Secondo la Banca d’Italia le criptovalute potrebbero contribuire a creare una certa stabilità finanziaria



Nel corso di un intervento alla conferenza “Financial Stability and Regulation” il Governatore della Banca d’Italia , Vincenzo Visco,ha dichiarato che è possibile in futuro che alcune delle criptovalute di prima generazione, tra cui i bitcoin, possano evolversi , evitando l’anonimato e conseguentemente contribuendo al miglioramento dei sistemi di pagamento ed alla stabilità delle istituzioni finanziarie mondiali.

Il Governatore ha precisato che, nonostante l’intero comparto delle crypto sia costantemente monitorato sia a livello economico che politico, nel recente G20 di Buenos Aires si è arrivati alla conclusione che al momento non sussistano pericoli di destabilizzazione a livello finanziario.

Viceversa destano serie preoccupazioni il possibile utilizzo delle crypto per aggirare controlli anti-riciclaggio e per finanziare il terrorismo, alle quali sono da aggiungere l’estrema volatilità dei prezzi ed il grande consumo energetico che il sistema richiede, impedendone di fatto l’utilizzo come un serio ed affidabile sistema di pagamento.

Nonostante queste problematiche al momento inevase, Visco ha dichiarato che le criptovalute di “prima generazione” potrebbero evolvere e non e’ da escludere che “le crypto stabili, sostenibili e non anonime possano contribuire in uno spazio di tempo relativamente breve, contribuire all’efficienza del sistema dei pagamenti e alla stabilità delle istituzioni finanziarie”.

Necessaria una normativa sulle ICO (Initial Coin Offering)
Per arrivare a quanto auspicato, il Governatore fatto l’esempio delle ICO-Initial Coin Offering, cioè la forma di investimento di recente diffusione utilizzata da nuovi emittenti che creano e sviluppano nuove crypto per raccogliere capitali in nuovi progetti.
Secondo Visco, è assolutamente necessario ed anche auspicabile un quadro normativo che garantisca all’investitore un maggior livello di protezione, fattore che favorirebbe “l’uso di cripto-attività come fonte di raccolta di fondi per innovazioni, start-up high-tech, per promuovere l’innovazione e aiutare le nuove imprese a differenziare le proprie fonti di finanziamento, con benefici per la stabilità generale del sistema finanziario.”

Precedente Rinasce la Lira Italiana in cryptovaluta Successivo Attivo un nuovo portale Faucets (rubinetti) per le tue cryptovalute!!